bus seta

“Solidarietà agli autisti picchiati e insultati; maggiore sicurezza a partire dalla condizione dei bus”

“Tutti parlano di stare con i più deboli, oggi ci schieriamo senza indugi con gli autisti di Seta, che sono le vere vittime di una situazione senza regole!” La solidarietà arriva dai consiglieri regionali piacentini Gian Luigi Molinari e Katia Tarasconi, a seguito dei fatti odiosi avvenuti qualche giorno fa sul bus navetta di Piacenza e sull’extraurbano che collega la città a Cremona, a danno di due autisti che hanno rimediato rispettivamente uno schiaffo e insulti e minacce, solo nell’intento di far rispettare le regole.

“Sono solo gli ultimi due episodi di una situazione che sta progressivamente peggiorando – osservano preoccupati i consiglieri piacentini che condannano tali atti come “incivili e gravissimi, atti che mettono a rischio non solo l’incolumità di chi svolge pubblico servizio, ma di tutti gli utenti che si servono degli autobus”.

Nell’attività di monitoraggio che stanno effettuando sui mezzi di trasporto, dai treni ai bus, i consiglieri regionali piacentini hanno inoltre depositato una interrogazione “per conoscere l’attuale situazione del parco mezzi di SETA per sapere con quale tempistica sia prevista la sostituzione dei mezzi più obsoleti e se la Regione intenda cofinanziare l’operazione”.

“Ci auguriamo che le fiamme divampate sul mezzo che da Sant’Antonio si dirige in città restino da annoverarsi come un caso isolato, tuttavia abbiamo ritenuto opportuno depositare l’atto ispettivo per ricevere maggiori elementi sull’investimento degli oltre 600 nuovi autobus, entro il 2020, per superare le criticità legate alla qualità e alla sicurezza del servizio”.

 

Bologna, 4 luglio 2019